Categorie

Più popolari

Più letti

Fattori di rischio per l’ipertensione arteriosa

La pressione sanguigna è la forza con cui il sangue viene spinto dal cuore nelle arterie. La pressione sanguigna fluttua a seconda delle esigenze del tuo cuore, ovvero in base al livello di attività che stai facendo.

L’ipertensione arteriosa o ipertensione è una condizione in cui la pressione sanguigna rimane costantemente più alta del normale.

La pressione sanguigna normale è 120 – 80 mmHg. Dei valori superiore a 20 – 80 mmHg sono considerati elevati e questa condizione è definita medicamente come ipertensione.

Chi è più a rischio di contrarre l’ipertensione?

Fattori di rischio incontrollabili dell’ipertensione arteriosa

Ipertensione ed età

Le statistiche mostrano che in Italia in media il 33% degli uomini e il 31% delle donne soffrono di pressione alta.

Il rischio aumenta con l’aumentare dell’età. Il motivo è che i nostri vasi sanguigni si addensano e diventano rigidi con l’avanzare dell’età.

Quando i vasi sanguigni perdono flessibilità, diventa difficile adeguarsi alle esigenze del cuore. Questi cambiamenti nei vasi sanguigni e nelle arterie aumentano il rischio di ipertensione.

Fino all’età di 64 anni, gli uomini sono i più colpiti. Dai 65 anni in poi, le donne diventano più a rischio.

Tuttavia, sembra che la tendenza stia cambiando e un numero crescente di bambini e adolescenti ora è a rischio di ipertensione. Ciò è probabilmente dovuto a uno stile di vita non salutare che sta contribuendo al sovrappeso e all’obesità nelle facse più giovani della popolazione.

Ipertensione e storia familiare

Se l’ipertensione è un disturbo già presente in famiglia, allora la probabilità di soffrirne sarà più elevata.

La ricerca indica che alcune variazioni e mutazioni geniche possono aumentare le probabilità di soffrire di ipertensione.

Se tu o il tuo partner soffrite di pressione alta, i vostri bambini potrebbero essere a rischio.

Ipertensione e genere

Gli uomini hanno maggiori probabilità di essere diagnosticati con ipertensione quando raggiungono i 45 anni.

Tra 45 e 64 anni vi è un alto rischio sia per gli uomini che per le donne.

Oltre i 65 anni, le donne diventano più propense degli uomini ad avere la pressione alta. Ciò potrebbe essere dovuto ai cambiamenti che accompagnano il processo di menopausa.

Anche le donne incinte possono sviluppare problemi di pressione alta. Questo disturbo è noto come ipertensione indotta dalla gravidanza ma solitamente scompare dopo il parto.

Questo rende estremamente importante monitorare la pressione del sangue durante il periodo di gravidanza.

Ipertensione e malattie renali

Avere una malattia renale può portare ad avere la pressione sanguigna alta. Questa condizione può essere aggravata se si soffre di ipertensione.

ipertensione-rischi-consigli

Fattori di rischio controllabili per l’ipertensione arteriosa

Ipertensione e obesità

Essere in sovrappeso affatica il cuore e la circolazione e questo potrebbe portare a gravi condizioni di salute come pressione alta e malattie cardiache.

L’eccesso di peso richiede un maggiore afflusso di sangue per fornire ossigeno e sostanze nutritive essenziali agli organi e ai tessuti.

Ciò significa che aumenta il volume del sangue che circola attraverso i vasi sanguigni e aumenta anche la pressione sanguigna sulle pareti delle arterie.

Ipertensione e tabacco

L’uso del tabacco, che si tratti di fumare o masticare, aumenta la pressione sanguigna e danneggia il rivestimento che circonda le pareti delle arterie.

Ciò causa il restringimento delle arterie, riducendo così l’efficacia delle arterie nel trasportare il sangue.

Anche il fumo passivo è pericoloso e può aumentare il rischio di malattie cardiache.

Ipertensione ed eccesso di alcol

Se sei un grande bevitore, stai mettendo a dura prova il tuo cuore. Di conseguenza, rischi di danneggiare il tuo cuore e aumentare la pressione sanguigna.

Se vuoi bere alcol, fallo con moderazione. Gli esperti raccomandano un massimo di due bicchieri al giorno per gli uomini e uno per le donne.

Parliamo di una quantità unitaria pari a una birra piccola o un bicchiere da tavola di vino.

Ipertensione e stress

Lo stress è noto per causare un picco nella pressione sanguigna.

Sebbene questo sia temporaneo, un costante stato di stress può diventare un problema reale.

Il modo in cui rispondi allo stress può anche aggravare il problema. Ad esempio, se reagisci allo stress bevendo alcol, mangiando troppo o fumando.

Ipertensione ed eccesso di sale

Troppo sodio fa sì che il tuo corpo produca liquidi in eccesso. Questo mette sotto pressione il tuo cuore.

Inoltre, gli alimenti ad alto contenuto di grassi e zuccheri aumentano il rischio di ipertensione.

Ipertensione ed esercizio fisico

L’esercizio fisico è un modo sano per tenersi in forma, evitare determinate condizioni mediche e bruciare il grasso in eccesso.

Fare delle attività sportive aumenta anche la circolazione e attiva il rilascio di ormoni che aiutano i vasi sanguigni a rilassarsi.

A sua volta, questo riduce il rischio di ipertensione e molte altre condizioni come malattie cardiache e obesità.

ipertensione-arteriosa-rischi

Come gestire al meglio la pressione alta

I seguenti consigli possono aiutarti a gestire al meglio l’ipertensione:

  • Limita il consumo di alcol.
  • Smetti di fumare.
  • Passa a una dieta sana.
  • Evita uno stile di vita sedentario.
  • Allenati regolarmente.
  • Mangia tanta frutta e verdura.
  • Evita i fattori scatenanti dello stress.
  • Dormi a sufficienza.
  • Riduci il consumo di sale.

Fai dei check-up regolari

Il consiglio è quello di controllare regolarmente la pressione del sangue per assicurarsi di avere dei valori che rientrano nella media.

Se la pressione del sangue è costantemente alta, iniziare un trattamento precoce può aiutare a invertire la tendenza e riportare i valori nella soglia consigliata.

Immagini da Pixabay

    Lascia il tuo commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.*