Categorie

Più popolari

Più letti

Mirtilli: proprietà, benefici ed effetti collaterali

Mirtilli, proprietà e benefici

I mirtilli sono naturalmente ricchi di fibre, potassio e vitamine A, C e K. Sono considerati alimenti con elevate proprietà nutrizionali e basso contenuto calorico. Per questo sono oggi il frutto preferito di un gran numero di persone.

Sono molti i benefici per la salute che puoi ottenere mangiando mirtilli, sebbene ci siano anche degli effetti collaterali da considerare.

I benefici vanno dalla prevenzione del cancro e delle malattie cardiache al trattamento delle infezioni del tratto urinario.

Gli effetti collaterali variano considerevolmente e vanno dai disturbi gastrointestinali all’ipoglicemia ad un aumento del rischio di sanguinamento.

Vediamo insieme più in profondità quali sono i benefici e gli effetti collaterali dei mirtilli.

I benefici dei mirtilli

Riducono i danni al DNA

Il danno ridotto del DNA può proteggerti dall’invecchiamento e dal cancro.

Tutti subiamo danni ossidativi nella nostra vita quotidiana poiché è inevitabile. Il danno al DNA è ciò che ci fa invecchiare e causa molteplici malattie come il cancro.

I mirtilli sono estremamente ricchi di antiossidanti che neutralizzano alcuni dei radicali liberi che danneggiano il nostro DNA. Un gruppo di persone che ha bevuto ogni giorno un litro di mirtilli misti e succo di mela, ha subito un danno del DNA ridotto del 20 percento dopo quattro settimane.

Riducono la pressione sanguigna

La pressione sanguigna è un importante fattore di rischio per le malattie cardiache e i mirtilli sembrano essere di grande aiuto.

Uno studio ha visto una riduzione della pressione arteriosa del 4-6% tra le persone obese ad alto rischio di malattie cardiache. Questo è avvenuto attraverso il consumo di 50 grammi di mirtilli ogni giorno.

Diversi studi hanno ottenuto risultati simili soprattutto per le donne in postmenopausa.

Fanno bene alla funzione cerebrale e migliorano la memoria

Un invecchiamento cerebrale accelerato può derivare dallo stress ossidativo che influisce sulla funzione cerebrale.

Uno studio sugli animali ha indicato che gli antiossidanti nei mirtilli influenzano positivamente le aree del cervello che sono essenziali per l’intelligenza.

In generale, i mirtilli aiutano i neuroni che invecchiano portando a un miglioramento della segnalazione cellulare.

Uno studio sull’uomo che ha coinvolto nove adulti più anziani con lieve deficit cognitivo che hanno consumato il succo di mirtillo ogni giorno, ha scoperto un miglioramento in diversi marcatori della funzione cerebrale dopo 12 settimane.

Un altro studio ha scoperto che i mirtilli e le fragole ritardano l’invecchiamento mentale fino a due anni e mezzo.

Riducono i danni muscolari

I mirtilli possono aiutare ad alleviare l’effetto di danni muscolari causati da esercizi intensi.

Gli esercizi possono causare indolenzimento e affaticamento a causa di infiammazione e stress ossidativo nel tessuto muscolare. I mirtilli minimizzano questo effetto riducendo il danno che si verifica a livello molecolare.

In un piccolo studio su 10 atlete, i mirtilli sono stati in grado di accelerare il recupero muscolare dopo un pesante allenamento delle gambe.

Gli effetti collaterali dei mirtilli

Rischio di sanguinamento

Una tazza di mirtilli contiene 29 microgrammi di vitamina K, ovvero un alimento medio di vitamina K. La vitamina K è utile per il corpo poiché aiuta con la coagulazione del sangue e mantiene la densità ossea.

Tuttavia, per le persone che assumono fluidificanti del sangue, mangiare mirtilli non è una buona scelta. In tal modo sono incoraggiati a mantenere gli stessi livelli di vitamina K nel sangue ogni giorno. Un’improvvisa riduzione o aumento del consumo di alimenti ricchi di vitamina K potrebbe causare un aumento del sanguinamento.

Macchie sui denti

I mirtilli possono potenzialmente causare macchie sui denti a causa della loro intensa pigmentazione.

Non importa se li mangi freschi, congelati o spremuti, il loro colore blu intenso può scolorire lo smalto dei denti o le otturazioni bianche.

Ma puoi provare a ridurre l’effetto colorazione bevendo acqua dopo averli mangiati. Oppure prendi un po’ di latte per neutralizzare l’acido e mantenere i denti forti.

Inoltre, mangiare formaggio dopo aver consumato mirtilli può aiutarti a mantenere un sorriso bianco perlato.

Sensibilità al salicilato

I mirtilli hanno il salicilato, un ingrediente attivo dell’aspirina che si trova naturalmente in molte piante in grandi quantità.

Il salicilato può essere un incubo per le persone che ne sono sensibili. Per quelli con intolleranza al salicilato, mangiare mirtilli provoca mal di testa, eruzioni cutanee e sintomi gastrointestinali come nausea, vomito, reflusso, gonfiore, gas, diarrea e costipazione.

Il succo di mirtilli contiene ancora più salicilato. Mangiare mirtilli in piccole quantità può alleviare parte del dolore o del disagio associati all’ingestione di salicilato.

Conclusione

I mirtilli sono naturalmente sani, ma dovresti consumarli con moderazione.

Gli adulti dovrebbero mangiare un massimo di due tazze al giorno per mantenere un sano equilibrio.

Dovresti prendere in considerazione l’aggiunta di mirtilli ai cereali del mattino o mescolarli con altri frutti per ottenere un frullato.

Tutto sommato, i benefici per la salute dei mirtilli superano il rischio di effetti collaterali.

Possono essere aggiunti a insalate, pancake o dessert.

Immagini da Pixabay

    Lascia il tuo commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.*